News & Eventi

PREZZI: CONFESERCENTI, INFLAZIONE ENERGETICA PESA SU CONSUMI ED IMPRESE
Postato il 03/05/2023


BENE GOVERNO SU TAGLIO CUNEO, AIUTERÀ RECUPERO POTERE D'ACQUISTO. MA OCCORRE FARE DI PIÙ, ORA DETASSARE AUMENTI CONTRATTUALI: DA MISURA 2,9 MILIARDI DI CONSUMI AGGIUNTIVI

Non è ancora tempo per dichiararsi fuori pericolo: il dato odierno dell’Istat, anticipatore dell’inflazione di aprile, evidenzia infatti che l’indice registra un aumento rispetto ad aprile dello scorso anno (8,3%) e superiore a quanto registrato a marzo (7,6%) ed il principale fattore alla base dell’incremento è, ancora una volta, l’aumento dei prezzi dei beni energetici non regolamentati.

Così l’Ufficio economico Confesercenti commenta in una nota.

Non si deve, dunque, abbassare la guardia: l’inflazione per ora acquisita è pari al 5,4% mentre quella di fondo, al netto dei soli energetici, resta ferma al 6,4%. Livelli ancora preoccupanti, che prefigurano una nuova rilevante erosione del potere d’acquisto delle famiglie, che già hanno registrato 12 miliardi in meno lo scorso anno ed hanno portato a livelli mai visti (5%) la propensione al risparmio.

“L’inflazione energetica - sottolinea Confesercenti - ha pesato e continua ad incidere sul potere d’acquisto delle famiglie e dunque sulla crescita dei consumi. In questo senso, il taglio del cuneo fiscale del Governo contenuto nel decreto lavoro è un intervento certamente positivo, volto a sostenere il potere d'acquisto delle famiglie e la nostra economia in una fase delicata. L’impatto positivo, però, rischia di essere fortemente ridotto da un ritorno all’aumento delle tariffe energetiche. Per questo, riteniamo opportuna e necessaria anche una misura di detassazione dei futuri aumenti contrattuali riferiti ai CCNL comparativamente più rappresentativi, per sostenere con più vigore i consumi e quindi, l’occupazione e la crescita del Paese: si genererebbero 2,9 miliardi di consumi aggiuntivi”.


Notizie relative al servizio

NEL GIORNO IN CUI SI CELEBRA LA “GIORNATA DELL’EUROPA” CONFESERCENTI EMILIA ROMAGNA LANCIA L’ALLARME SULLA SITUAZIONE DEL COMMERCIO DI PROSSIMITA’
Area Sindacale
Postato il 09/05/2024
Confesercenti Forlì Cesena - NEL GIORNO IN CUI SI CELEBRA LA “GIORNATA DELL’EUROPA” CONFESERCENTI EMILIA ROMAGNA LANCIA L’ALLARME SULLA SITUAZIONE DEL COMMERCIO DI PROSSIMITA’
  Come ogni anno, il 9 maggio “Giornata dell’Europa”, Confesercenti Emilia Romagna assieme ai partner di “Vitrines d’Europe”, festeggia in contemporanea la ...
Continua a leggere

“C’E’ BISOGNO DI NUOVE IMPRESE: NASCITE DI ATTIVITÀ CROLLATE, -150MILA IN QUATTRO ANNI” LE DICHIARAZIONI DI PATRIZIA DE LUISE
Area Sindacale
Postato il 03/05/2024
Confesercenti Forlì Cesena - “C’E’ BISOGNO DI NUOVE IMPRESE: NASCITE DI ATTIVITÀ CROLLATE, -150MILA IN QUATTRO ANNI” LE DICHIARAZIONI DI PATRIZIA DE LUISE
  Aperture di nuove imprese in picchiata dalla pandemia e mai tornate ai livelli del 2019. Necessario fornire alle PMI anche gli strumenti per restare sul mercato, a partire da formazione e tu ...
Continua a leggere

FIDUCIA: CONFESERCENTI, APRILE CONDIZIONATO DA INCERTEZZA, SARÀ PRIMAVERA FREDDA ANCHE PER I CONSUMI DELLE FAMIGLIE?
Area Sindacale
Postato il 30/04/2024
Confesercenti Forlì Cesena - FIDUCIA: CONFESERCENTI, APRILE CONDIZIONATO DA INCERTEZZA, SARÀ PRIMAVERA FREDDA ANCHE PER I CONSUMI DELLE FAMIGLIE?
  Famiglie in difficoltà dopo due anni di alta inflazione, DEF ‘transitorio’ e difficoltà a trovare le poche risorse necessarie per il bonus tredicesime non aiutano a ...
Continua a leggere

TURISMO ORGANIZZATO:INFLAZIONE E GUERRE NON SCORAGGIANO PARTENZE: VOLUME D’AFFARI IN CRESCITA DEL +8,9% IN PRIMO TRIMESTRE 2024
Area Sindacale
Postato il 22/04/2024
Confesercenti Forlì Cesena - TURISMO ORGANIZZATO:INFLAZIONE E GUERRE NON SCORAGGIANO PARTENZE: VOLUME D’AFFARI IN CRESCITA DEL +8,9% IN PRIMO TRIMESTRE 2024
ASSOVIAGGI-CST, PROSEGUE RIPRESA IN AGENZIA, Ma è lieve rallentamento per ponti primaverili: - 2,8% di richieste sul 2023. Ancora in salita le tariffe dei fornitori di servizi: +18% negli u ...
Continua a leggere

Trasparenza imprese decreto 124/2017
Programmi di Formazione
Progetto Start Up
Creditcomm
EPASA ITACO
INNOVA ENERGIA