News & Eventi

Il futuro delle nostre imprese e della città
Postato il 28/06/2018

Uno dei principali compiti che Confesercenti svolge da sempre, è quello di confrontarsi in maniera attenta, responsabile, leale e costruttiva, con tutti gli enti e le istituzioni locali e nazionali. A tal proposito, dalla fine dello scorso anno ad oggi, la nostra Organizzazione è stata invitata dalla Amministrazione comunale forlivese ad alcune riunioni durante le quali si è discusso di importanti provvedimenti che hanno coinvolto o stanno per farlo, numerose attività economiche cittadine.

Riunioni alle quali mai abbiamo fatto mancare osservazioni e proposte, utili a rendere sempre costruttivo il livello del confronto e della discussione.

Stiamo parlando di provvedimenti che per loro natura andranno ad incidere nella operatività quotidiana delle attività economiche coinvolte, come la Tassa di Soggiorno, in vigore nel nostro comune dal 1 aprile u.s., o come quello atto a contrastare il fenomeno della ludopatia, che porterà ad un cambiamento radicale della gestione imprenditoriale delle aziende coinvolte, a partire dal prossimo 30 giugno.

E di provvedimenti che invece potrebbero rappresentare una concreta opportunità di sviluppo di nuove attività imprenditoriali tramite la formalizzazione di sgravi e contributi finalizzati all’insediamento di nuove imprese in specifiche aree della nostra città, così come permettere, a quelle costituite nel corso dello scorso anno, di ottenere rimborsi in materia di tributi e tasse locali.

Purtroppo però, nonostante l’importanza dei temi trattati per il nostro tessuto imprenditoriale, e delle osservazioni e proposte discusse nel corso delle riunioni, l’Amministrazione si è chiusa in un incomprensibile silenzio, interrompendo di fatto ogni tipo di confronto sulle tematiche citate con le Organizzazioni di categoria e, di conseguenza, con le imprese cittadine.

Sulla Tassa di Soggiorno, molto si potrebbe fare se si desse seguito alla promessa fatta dai rappresentanti della nostra Amministrazione di confrontarsi con le Organizzazioni e gli imprenditori turistici, sulle modalità di utilizzo di tale tassa. Ma al momento resta solo un assordante silenzio.

Peggio forse è stato fatto per il contrasto alla ludopatia, tema anche a noi caro, ma che deve essere affrontato con grande cautela visto che il primo promotore del gioco d’azzardo è lo stato e non certo le imprese commerciali che non fanno altro che esercitare un loro indiscutibile diritto.

In questo caso infatti, dopo numerosi incontri e riunioni (l’ultima il 13 dicembre dello scorso anno), l’Amministrazione comunale, invece che approfondire le tematiche imposte da una apposita legge regionale che chiede ai comuni di definire una “mappatura” di luoghi sensibili, al fine di valutarne la distanza dagli esercizi commerciali con annessi apparecchi per il gioco (c.d. “newslot”), ha deciso di scrivere a tutte le imprese coinvolte dalle limitazioni previste dalla normativa e dalla successiva delibera comunale, generando di fatto grande preoccupazione e tensione nella categoria senza che, chi la rappresenta, fosse preventivamente informato.

Per arrivare a parlare di quanto concerne sgravi e contributi per le neo imprese, argomento importantissimo in un momento di persistente difficoltà per chi decidere di fare impresa, trattato l’ultima volta lo scorso 14 maggio in una apposita riunione in comune.

Un incontro che da come si era chiuso avrebbe dovuto produrre i suoi importanti benefici già a partire dal prossimo luglio ma che, attualmente, ha solo il sapore della ennesima occasione perduta dai nostri amministratori per agevolare coloro che nella nostra città continuano faticosamente ad operare nonostante la crisi.

Il futuro delle nostre imprese, della nostra città, passerà inevitabilmente dall’affrontare tematiche spinose come quelle citate, così come dalla capacità di creare e cogliere tutte le opportunità possibili e la nostra Organizzazione, come ha sempre fatto, sarà pronta ad affiancare ed assistere le imprese in questo percorso, certamente difficile ma anche stimolante.

Lo sarà anche la nostra, silenziosa, Amministrazione?

 

 

 


Notizie relative al servizio

Commercio al dettaglio, situazione difficile a cui occorre dare risposte con incentivi e politiche di valorizzazione efficaci
Area Sindacale
Postato il 23/03/2023
Confesercenti Forlì Cesena - Commercio al dettaglio, situazione difficile a cui occorre dare risposte con incentivi e politiche di valorizzazione efficaci
ANALISI CONFESERCENTI REGIONALE SUI DATI RELATIVI A CHIUSURE E APERTURE NEL 2022 IN EMILIA-ROMAGNA   L’apertura di nuove attività nel commercio è sempre più compl ...
Continua a leggere

POS: CONFESERCENTI, NEL 2022 USO DI CARTE E BANCOMAT È COSTATO 5 MILIARDI ALLE IMPRESE, PESA SOPRATTUTTO SUI PICCOLI
Area Sindacale
Postato il 14/03/2023
Confesercenti Forlì Cesena - POS: CONFESERCENTI, NEL 2022 USO DI CARTE E BANCOMAT È COSTATO 5 MILIARDI ALLE IMPRESE, PESA SOPRATTUTTO SUI PICCOLI
Venerdì 17 al tavolo tecnico convocato dal MEF porteremo proposte per alleggerire il costo della moneta per 2,5 milioni di imprese sotto i 400mila euro di fatturato. Ma servono risorse   ...
Continua a leggere

TURISMO: ASSOTURISMO-CST, CONTINUA CARENZA ADDETTI. PRIMA EMERGENZA PER PASQUA E PONTI, A PRIMAVERA POTREBBERO MANCARE OLTRE 50MILA LAVORATORI.
Area Sindacale
Postato il 06/03/2023
Confesercenti Forlì Cesena - TURISMO: ASSOTURISMO-CST, CONTINUA CARENZA ADDETTI. PRIMA EMERGENZA PER PASQUA E PONTI, A PRIMAVERA POTREBBERO MANCARE OLTRE 50MILA LAVORATORI.
  Paradosso turismo, crea valore e offre lavoro, ma non si trovano i lavoratori: per le imprese difficoltà di reperimento nel 34% dei casi, per attività colpite ci sarà pe ...
Continua a leggere

TURISMO ORGANIZZATO: ASSOVIAGGI CONFESERCENTI-CST, RIPARTE MA NON BASTA. NEL 2022 FATTURATO A QUOTA 9,3 MILIARDI, -3,5 MILIARDI (-27%) RISPETTO A 2019
Area Sindacale
Postato il 03/03/2023
Confesercenti Forlì Cesena - TURISMO ORGANIZZATO: ASSOVIAGGI CONFESERCENTI-CST, RIPARTE MA NON BASTA.  NEL 2022 FATTURATO A QUOTA 9,3 MILIARDI, -3,5 MILIARDI (-27%) RISPETTO A 2019
  Lo studio dell’Osservatorio Assoviaggi Confesercenti e Centro Studi Turistici sul turismo organizzato: dalla pandemia ad oggi comparto perde 1.300 addetti. Rebecchi: “Comparto re ...
Continua a leggere

Trasparenza imprese decreto 124/2017
Programmi di Formazione
Sfoglia il Giornalino
Progetto Start Up
Consorzio Promomercato Forlì
Rete Imprese Italia
Creditcomm
EPASA ITACO